DISTRETTI
INDUSTRIALI ITALIANI

Alla scoperta dei Distretti della Moda del territorio marchigiano

Fermo, 20 luglio 2011

Oggi a Fermo la prima tappa di presentazione del progetto di analisi dei Distretti della Moda ideato e realizzato da UniCredit e Federazione dei Distretti Italiani

Sono due aree di importanza vitale per l’economia regionale delle Marche, due distretti rappresentativi di un settore fondamentale per il sistema industriale italiano: il Distretto calzaturiero di Fermo e il Distretto del cappello di Montappone e Massa Fermana.

E proprio da Fermo prende le mosse oggi il tour di presentazione del progetto “I Distretti della Moda – Un viaggio lungo 12 distretti per un progetto al servizio dei territori” ideato e realizzato da UniCredit e Federazione dei Distretti Italiani sui Distretti della Moda. Il convegno, tenutosi presso la Camera di Commercio di Fermo, è stato introdotto da Saverio Misto della Federazione dei Distretti Italiani e da Luca Lorenzi, Responsabile di Territorio Centro Nord di UniCredit, preceduti dai saluti istituzionali del Presidente della Camera di Commercio Graziano Di Battista.
L’indagine, un lavoro quali-quantitativo basato su colloqui e interviste con opinion leader locali e su analisi dei principali indicatori di bilancio di un campione di oltre 250 aziende, ha messo in luce i punti di forza e le aree di miglioramento, con l’obiettivo di individuare linee di intervento per lo sviluppo strategico dei distretti.

Per quanto riguarda il Distretto calzaturiero fermano maceratese, costituito da 2.700 aziende per lo più di piccola e piccolissima dimensione sono emersi brillanti risultati ottenuti sul versante della strategia, in particolare modo in termini di:

  • riposizionamento strategico: il distretto ha dimostrato lungimiranza e prontezza nel cogliere i mutamenti di scenario, focalizzandosi su segmenti ‘medio-fine’ e ‘fine’ e risultando secondo, in ambito nazionale, solo al distretto toscano di Santa Croce;
  • internazionalizzazione: grande capacità di aprirsi ai mercati internazionali, con la quota di export più alta tra i distretti analizzati (80%)
  • politiche di marca: alcune imprese leader hanno saputo creare brand distintivi grazie ad attente strategie di marketing, dimostrando una buona capacità di individuare e seguire prontamente le tendenze del mercato

Il distretto di Fermo ha poi registrato il miglior risultato, tra i distretti analizzati, dal lato economico-finanziario: dati positivi sono stati evidenziati sia sul piano dell’efficienza (ROI medio per il periodo 2005-2009 al 10,5%, primo in Italia) che su quello della performance (fatturati in crescita annua del 7,1%). A trainare il risultato le imprese più grandi, con redditività tripla e produttività di 5 volte superiore rispetto alle imprese di piccola dimesione.

AllegatoDimensione
comunicato_stampa_distretti_moda.pdf50.74 KB
Progetti Area riservata Canale Youtube
Federazione dei Distretti Italiani
Sede Segreteria:
c/o Unioncamere Veneto
Via delle Industrie 19/D - Edificio Lybra
30175 Marghera - Venezia
Tel. +39 041 0999 337
Fax +39 041 0999 303
Cod. Fisc. 90032590029
segreteria@distretti.org